Quali sono le somiglianze e le differenze tra franchising e la religione?

Quando il Franchising incontra la Religione
February 7, 2017

Quali sono le somiglianze e le differenze tra franchising e la religione?

Sto rispondendo a questo da una prospettiva antropologica. Questo non è in alcun modo un tentativo di confrontare prodotti per l’intrattenimento con il fondamentalismo religioso, estremismo, o battendo la santità di credenze religiose. I termini utilizzati di seguito vengono spesso utilizzati oggi, nei media. Io non li sto usando in questo modo, ma piuttosto da un background di scienza sociale che categorizza l’evoluzione delle istituzioni religiose.

Le religioni hanno bisogno di una varietà di ruoli nelle culture e nella società, quindi è facile fare un confronto diretto alla costruzione del mondo e le industrie creative. I fan devoti di tutto ciò, spesso usano l’ethos dell’esperienza di intrattenimento o di un prodotto per servire come un albero morale nella loro vita.

 

La gente che segue un qualcosa di solito forma una sottocultura che definisce la loro identità e si differenziano non solo da variabili sociali comuni, come l’età, la razza e classe economica o sociale; i fan di solito provengono dalla stessa, ma anche per sostanza culturale definita dalle lingue distinte o dialetti, simboli e stili di vita. Le sottoculture sono adattamenti di elementi culturali dominanti che si articolano come tentativi di risolvere collettivamente sollecitazioni esperte, relative alle posizioni delle persone nella società.

 

Sviluppare e mantenere una subcultura non è una religione. Non sono religioni perché non sono istituzioni: di solito manca una leadership riconosciuta formalmente ed è la struttura  che definisce l’istituzione. Se mancasse la leadership si cadrebbe nello  sciamanesimo. Lo sciamanesimo comprende una fede nell’interconnessione di aspetti di un  mondo e l’influenza corrispondente dei simboli sacri sull’esperienza quotidiana. Infine, gli sciamani cercano di condividere queste esperienze attraverso rituale tra una comunità (convenzioni, community online, pagine fan, mostrando fedeltà attraverso l’abbigliamento, etc.)

 

Se ci dovesse essere un tentativo di organizzare una struttura di leadership si arriverebbe ad  un “cult”. Essi sono relativamente piccoli gruppi che sposano un’ideologia nuova e diversa nella forma e nelle tradizioni principali di una società.

 

La dimensione religiosa è generalmente soddisfatta attraverso una definizione generale: un insieme di credenze e pratiche relative agli oggetti  Essi contengono un insieme di simboli che hanno creato sopportando stati d’animo e le motivazioni attraverso la formulazione di una concezione di un ordine generale di esistenza e di presentare questa concezione come un fatto; Così gli stati d’animo e le motivazioni appaiono  realistici.

Nell’ambito cinematografico  di seguaci ce ne sono molti, possiamo  trovare

i fan di Star Trek , Harry Potter, Batman ed infine Star wars.

I fan possono anche sviluppare rituali per promuovere l’esperienza attraverso convegni, incontri, etc… per creare un senso di solidarietà e comunicare la propria comprensione del significato dei simboli. Questi rituali spesso creano qualcosa chiamato communitas che abbatte i confini socialmente strutturati e promuove legami sociali all’interno della sottocultura.

Le culture occidentali spesso non riconoscono la possibilità per una sottocultura.

 

Fin dalla nascita della cultura umana, abbiamo lottato con il caos, il dolore e l’ignoto. L’esperienza religiosa cerca di spiegare cose che che noi non comprendiamo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *